“Sulle Punte” Debora Ferraioli e il suo nuovo romanzo

Scarpette e amore, danza e destino. “Sulle Punte” è il nuovo romanzo sul meraviglioso mondo della danza di Debora Ferraioli. Dopo il fantasy “L’anima della rosa”, Debora ha deciso di cimentarsi in un nuovo genere , grazie anche all’aiuto di Simona Peluffo, insegnante di danza, che l’ha guidata attraverso i tutù e le punte. Debora quando aveva soli quattro anni ha messo i pattini ai piedi , e non se li è più tolti; coltiva questo sport tutt’ora , insegnando. Ha sempre detto che il pattinaggio e la danza sono molto simili : il pattinaggio è semplicemente “danza sui pattini”. Forse è il motivo per cui ha scelto proprio di descrivere come protagonista una ballerina e le sue difficoltà:

Vanille aveva solo quattro anni quando per la prima volta si era alzata sulle punte dei piedi.

Il destino ormai aveva scelto per lei. Trasferitasi da Marsiglia a Parigi per continuare il suo sogno di diventare una grande ballerina, dovrà fare i conti con quel mondo pieno di soddisfazioni e sacrifici.
Ma un ostacolo ancora più grande cambierà le carte in tavola.

Una passione eterna, un’amicizia sincera, un amore travolgente, il tutto vissuto tra la città delle luci e le distese della lavanda provenzali.

C’era un mondo dietro a quegli occhi verdi smeraldo: una ballerina guerriera, una ballerina fragile, una donna che aveva solo bisogno di spiccare il volo.

Come potrete leggere è una storia d’amore e di coraggio che si intensifica nel corso della lettura. Culminando al punto chiave: “Se solo il mondo mi avesse permesso di ballare. Se solo le sue mani mi avessero guidato per continuare a volare, avrei ripreso fiato e lo avrei guardato come il mio porto sicuro nelle giornate di tempesta, ma la realtà faceva male e stringendolo, ricordavo a me e al mondo che solo lottando potevo cambiare le cose”.

Debora è nata il 5 ottobre 1993. Laureata in Lettere Moderne, ora frequenta la magistrale in Letterature Moderne e Spettacolo all’Università di Genova. La passione per la scrittura è nata solo quando aveva tredici anni e da quel momento non l’ha più abbandonata.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *