Mallare saluta “Brunin”

Si è spento il 13 settembre Bruno Di Benedetto, chiamato “Brunin” dai suoi compaesani. Un brutto male che lo ha accompagnato per molto tempo lo ha costretto nell’ultimo periodo della sua vita a rimanere nella clinica a Millesimo dove poi è spirato. Era il Presidente dell’A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) di Mallare, con sede al Centro Culturale: si occupava di tenere i contatti con i tesserati e organizzava la festività del 25 aprile ricordando sempre la memoria dei partigiani. Inoltre è stato anche il Presidente del Mallare Calcio fino all’anno scorso: si ricorda il passaggio dalla terza alla prima categoria in tre stagioni sotto la sua presidenza. Era l’ideatore della festa “Una barca nel bosco” per sostenere le spese calcistiche: aveva contattato i portuali che, oltretutto, erano anche i suoi ex colleghi di lavoro, i quali già cucinavano i pesci a Mallare alla festa dell’Unità. Era un personaggio a Mallare, di quelle persone che sanno sempre coinvolgere e “fare gruppo”, sempre pieno di iniziativa ha fatto molto per il suo paese.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *