L’addio del sindaco Briano

I rumori del mercato che, quasi ricordando 4’33’ di John Cage, hanno velato la superba musica sperimentale del Jazz Trio formato da Zegna, Monnanni e Canavese a favore dei suoni del paese, hanno inaugurato la serata del 6 aprile in cui, nel teatro Osvaldo Chebello, il sindaco Fulvio Briano ha salutato i suoi cittadini. I primo cittadino, intervistato dal giornalista Gilberto Volpara, ha fatto un bilancio personale e amministrativo dei 10 anni in cui ha guidato la città di Cairo. Molte le azioni positive rivendicate: la stabilità economica raggiunta dal Comune, la percentuale di raccolta differenziata che sfiora l’80%, gli insediamenti produttivi, in primis il biodigestore,
portati in Valle; e ancora l’accordo con Ferrania Tecnologies e le ristrutturazioni che hanno interessato il Castello dei Carretto e il Convento di San Francesco. Briano risponde alle critiche che hanno accusato lui e l’amministrazione di aver utilizzato fondi pubblici per pubblicare il “Bilancio sociale di fine mandato”: “All’inizio del mio mandato avevamo predisposto una pubblicazione trimestrale per informare i cittadini e illustrare loro le scelte amministrative. Per risparmiare abbiamo interrotto questa sana abitudine ed ora ho sentito il bisogno di congedarmi con un resoconto dettagliato”. Il primo cittadino bacchetta, sempre nel tono disteso che ha caratterizzato la serata, anche la stampa ricordando il silenzio relativo alla copertura dei campi carbone del
l’Italiana Coke, provvedimento preso a Vado Ligure che, invece, non ha interessato il territorio valbormidese. Rammarichi? L’Ospedale di Cairo sul cui futuro Briano ha già chiaramente esposto la sua posizione. L’elemento più preoccupante, e vera sfida del futuro, sarà riuscire a fermare l’emorragia di giovani che la cittadina sta vivendo. E appare chiaro a tutti che l’unico modo in cui sarà fornire lavoro e occasioni di formazione e di carriera sul territorio. In sala presente la squadra messa in campo per la sua successione, tra i pochi annunci ufficiali e le molte indiscrezioni che, durante la serata di giovedì, con lo sguardo rivolto alla platea, hanno trovato le prime conferme

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *