La Pallapugno Murialdo sul red carpet

L’amministrazione Salvetto incorona i prestigiosi traguardi del 2017

MURIALDO. Gran galà di talenti e volti storici alla “premiere” della Pallapugno. Perché a succedersi nella sala consigliare comunale sono stati gli atleti del film più bello: la stagione 2017, la più vincente di sempre. L’amministrazione Salvetto ha omaggiato i protagonisti con un riconoscimento formale, un oscar per la strabiliante avventura. Un’ annata da almanacco, che ha “portato in cascina” diversi trofei: medaglia d’oro nazionale al trofeo Coni di Palla Leggera U14, primo posto al torneo FIPAP pulcini, la rassegna nazionale “Libertas” U14. Senza contare i ragguardevoli secondi posti e percorsi virtuosi delle squadre senior. Il sindaco di Murialdo Ezio Salvetto ha rievocato la lunga tradizione cittadina:«Il pallone elastico è parte integrante della nostra storia. Di ognuno di noi: all’esame di terza media io stesso portai una tesina sulla pallapugno. Non siamo mai stati un’ eccellenza, ma nel 2000 molti di noi hanno “sciacquato i panni in Arno” in diverse società importanti, a Savona e in Piemonte. Da otto anni Michele Franco è tornato , ha rifondato il settore giovanile ed oggi raccoglie i primi, importanti, frutti». Il primo cittadino si è soffermato anche sul presente:«Si è formato un bell’amalgama tra famiglie, giocatori e società. L’ambiente è coeso e in armonia. L’amministrazione ha ritenuto di premiare i loro sacrifici, sottolineando l’enorme visibilità che hanno regalato a Murialdo tutta. Oltre a loro e a mister Franco, un ringraziamento particolare va al direttore tecnico Paolo Pizzorno». Palpabile emozione per Michele Franco, allenatore e pilastro della Pallapugno murialdese, a sua volta insignito di una targa:«Voglio esprimere gratitudine: al Comune per il riconoscimento, ai ragazzi e alle squadre per l’impegno e il sacrificio di questi anni. I primi segnali erano arrivati già nel 2015, quest’anno abbiamo stupito. Un pensiero agli esordienti: quest’anno la fortuna non ha sorriso. Hanno comunque conquistato una doppia vittoria con i vincitori del torneo. Il pallone è rotondo: anche passare questi momenti aiuta a crescere. E se i ritmi sono questi, il futuro sarà sicuramente roseo, per tutti».

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *