La Carcarese è già out: nessun campo a disposizione

La nuova ma ormai “vecchia” seconda squadra di calcio di Carcare, la “Carcarese” di Franco Bertone a un anno dalla fondazione e dopo il primo campionato chiude i battenti. Non sono riusciti a trovare un campo dove allenarsi e disputare le partite in casa: il bando per la gestione del “Corrent”, il campo di calcio di Carcare, lo ha vinto l’Olimpia Carcarese, mentre il probabile accordo con Dego è sfumato a causa dell’alluvione dello scorso novembre.

La notizia è arrivata la settimana scorsa, quando è scaduto il tempo massimo per effettuare l’iscrizione della squadra al campionato di Seconda Categoria per la stagione 2017/2018.

Con l’Olimpia Carcarese è stata guerra sin da subito, poichè la “Carcarese” non riusciva ad accordarsi con l’Olimpia. La situazione era complicata, perché il Corrent era in gestione all’Olimpia fino al 31 dicembre 2016. Ma a scadenza entrambe le squadre si trovavano a metà campionato ed era difficile indire un bando a inizio anno. La scadenza era a fine hanno per una comodità di bilancio comunale, con la nascita di una seconda squadra le cose sono diventate più complesse. Giovedì 13 ottobre 2016, in comune a Carcare, si è una riunione tra il sindaco Franco Bologna, l’assessore allo sport Giorgia Ugdonne, il presidente dell’Olimpia Carlo Pizzorno e il presidente della Carcarese Franco Bertone per decidere come affrontare la gestione del Corrent. Era stato prorogato l’accordo per la gestione del Corrent all’Olimpia fino al 30 giugno 2017, in modo da non creare tensioni a metà campionato; la Carcarese aveva ottenuto di poter utilizzare il campo per le partite casalinghe, per l’allenamento un giorno alla settimana, il giovedì, per le gare ufficiali e per gli incontri di coppa; mentre il comune si era impegnato a disporre il nuovo bando che riguarderà la gestione del Corrent da luglio 2017 entro la primavera e permetterà ad entrambe le squadre di partecipare al bando con pari diritto.

Nel frattempo la “Carcarese” era andata ad allenarsi a Dego al campo sportivo “Peirotti”. Il Comune aveva una convenzione triennale per la gestione del campo con l’A.S.D. Dego Calcio, perciò la Carcarese ha dovuto accordarsi e trattare direttamente con la società. Dopo averne discusso erano giunti a un accordo: la Carcarese aiutava con piccoli lavoretti e occupandosi della manutenzione.

Però, mentre solitamente si dice che “la fortuna aiuta gli audaci” in questo caso è meglio dire che “se qualcosa può andare storto, lo farà”. Infatti l’alluvione di novembre 2016 tra gli innumerevoli danni provocati in Valbormida ha colpito anche Dego e non ha risparmiato il campo da calcio. Perciò la Carcarese si andava ad allenare a Legino, per sostenere le battute finali del campionato, in attesa del bando. Ma la Carcarese non è riuscita a ottenere la gestione del Corrent, perciò l’unica soluzione è stata quella di sciogliere la società.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *