Flash filosofico

Flash filosofico
La filosofia agli occhi di uno studente
di Emil Bandoni
Aristotele  –  Il sillogismo e la logica

Nell’opera “Organon”, Aristotele introduce uno strumento logico fondamentale per comprendere tutte le altre discipline. Secondo il nostro filosofo, alla base del pensiero deve necessariamente trovarsi un ragionamento perfetto, caratterizzato da passaggi e momenti prestabiliti, che prende il nome di sillogismo. Prendiamone uno come esempio: “Tutti gli uomini sono mortali./Socrate è un uomo./Dunque Socrate è mortale”. La prima frase va sotto il nome di premessa maggiore, mentre la seconda viene chiamata premessa minore: esse hanno la funzione di introdurre i termini che porteranno poi alla conclusione, ossia alla terza frase. In questo sillogismo, la parola “uomo, uomini” viene definita termine medio, perché funge da connessione tra le componenti del sillogismo stesso: questo perché tale termine da una parte è incluso nel termine maggiore (“mortali”) e dall’altra include in sé il termine minore (“Socrate”), in una sorta di gioco all’incastro che sta alla base della logica aristotelica. Attenzione, però: non tutti i ragionamenti mediati dal sillogismo, anche se apparentemente veri, sono validi. Prendiamo in considerazione il seguente: “Gli dei sono immortali./Gli uomini non sono dei./Dunque gli uomini non sono immortali”. Le due premesse sono vere, ma la conclusione è logicamente invalida. Ragioniamo:  “Gli dei sono immortali” ci dice che gli dei appartengono alla categoria degli immortali. Di tale categoria non sappiamo nulla: nessuna informazione ci dice che questa sia composta solo ed esclusivamente da dei. D’altro canto, “Gli uomini non sono dei” è un’altra frase vera, ma questo non esclude il fatto che essi possano essere immortali pur rimanendo non dei. Dunque la conclusione “Gli uomini non sono immortali” non regge dal punto di vista logico ed è considerato invalida, anche se intuitivamente può sembrare vera.  Tuttavia, l’invalidità logica di un sillogismo non va di pari passo con la sua verità: paradossalmente, seguendo alla lettera le regole di Aristotele, il sillogismo “Ogni animale vola./L’asino è un animale./Dunque l’asino vola” risulta al 100% valido dal punto di vista logico, anche se porta a conclusioni assolutamente false!

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *