Consiglio Comunale tra risposte e confronti

Sono state tre le interrogazioni presentate dalla minoranza

Durante il consiglio comunale dello scorso 25 novembre sono stati toccati diversi punti come l’approvazione del registro della bigenitorialità, la variazione di bilancio ed il P.U.C..

Tra i nove punti all’ordine del giorno, alcuni sono stati richiesti dai gruppi di minoranza attraverso interrogazioni che richiedevano una risposta.

Sono state richieste spiegazioni in merito alle modalità di individuazione del professionista incaricato a svolgere consulenza legale: è stato scelto, infatti, da parte dell’Amministrazione di Paolo Lambertini, di avvalersi di una consulenza legale, una scelta che comporterà una spesa di 17 mila euro all’anno.

Il Gruppo di Minoranza guidato da Matteo Pennino ha mosso interrogativi a riguardo, soprattutto sulla effettiva necessità di avvalersi di una risorsa esterna quando all’interno degli uffici comunali sono già presenti figure professionali idonee a svolgere le mansioni ricercate, soprattutto a fronte di una generalità dell’incarico richiesto.

La Giunta giustifica tale richiesta per avvalersi di queste figure in casi eccezionali e per pratiche complesse che potrebbero presentarsi in futuro, proprio come si sono presentati in passato.

Altro punto che ha visto un confronto tra le parti presenti al Consiglio Comunale è stato riguardo le decisioni intraprese per il ruolo del Segretario Comunale, al momento ricoperto da Sandro Agnelli: al momento, il Servizio di Segreteria Comunale è in convenzione con i comuni di Dego, Cengio, Altare e Plodio e vede un impegno settimanale distribuito tra tutti i comuni coinvolti.

L’Amministrazione Comunale ha riscontrato la necessità di una presenza maggiore per il ruolo richiesto e, non avendo trovato disponibilità da parte dell’attuale Segretario Comunale, è stato deciso di recedere l’attuale convenzione in favore di una nuova con il Comune di Ceriale e dove Cairo Montenotte diventa capofila.

Dalla delibera si è evinto che la nuova convenzione avrà durata dal 01 gennaio al 31 dicembre 2018 e che se dovesse essere interrotta anzitempo o una volta raggiunto il termine naturale, il nuovo Segretario Comunale andrebbe a ricoprire interamente il proprio ruolo presso il Comune di Cairo Montenotte.

“Il nostro gruppo ha ringraziato il dott. Sandro Agnelli per il lavoro svolto, per la sua competenza e la sua professionalità” commenta Matteo Pennino ed il suo gruppo.

E continua: “Si è sempre rilevato una persona mite, qualità indispensabile per chi ricopre posizioni apicali. La funzione di segreteria ha assolto i suoi compiti con la presenza di un solo giorno alla settimana con un notevole risparmio di spesa per l’Ente.

Si avanzano serie perplessità sulla delibera. In particolare al termine naturale o anticipato della convenzione il segretario, come specificato all’articolo 2, diventerà titolare della sede di Cairo Montenotte, con una spesa complessiva che passa dagli odierni 34.000 a 125.000 bypassando la necessità di una procedure di evidenza pubblica per la nomina del Segretario”.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.