Cairese: si riparte per l’Eccellenza

Uno per tutti e tutti per uno. Questo il motto dei moschettieri gialloblu pronti ad affrontare la prossima stagione con determinazione e tanta voglia di vincere. L’obiettivo è chiaro già dal termine dello scorso campionato: la Cairese vuole a tutti i costi tornare in Eccellenza. Il lavoro svolto da Chiarlone & Co durante l’estate ne è la dimostrazione. La campagna acquisti ha portato infatti nella società di Patuto calciatori di rilievo disposti a contribuire alla causa e a portare la Cairese nella categoria che le spetta.
Forte l’entusiasmo da parte della tifoseria che dopo la cocente delusione della retrocessione è pronta a ritornare sugli spalti e supportare i suoi beniamini. «Ci aspettiamo una pronta risalita, ci sono tutte le condizioni per ritornare in Eccellenza – spiega il tifoso Luca Lombardelli – Si è ricreato l’entusiasmo che l’anno scorso si era perso grazie anche al nuovo team manager e al nuovo diesse che hanno dato vita ad un ambiente di cairesi pronti al salto di categoria». Ad esaltare maggiormente i sostenitori gialloblu l’arrivo di un attaccante di esperienza che da molti anni emoziona e fa esultare i suoi tifosi regalando prodezze e soprattutto innumerevoli reti. «L’acquisto che ci ha gasato di più? Sicuramente bomber Daddi, ci aspettiamo 20 gol».

“Sì, LO VOGLIO” – Qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio, qualcosa di prestato e qualcosa di blu.  Ecco l’antica regola che fa impazzire tutte le spose del pianeta. Si sa, per un matrimonio perfetto bisogna rispettare le radici e le tradizioni e la Cairese non si fa mancare nulla. Ai pochi giocatori rimasti dalla scorsa stagione e a quelli che giungono dal prestigioso vivaio del club si aggiungono una quindicina di innesti che sono pronti a lanciare il guanto di sfida alle altre squadre che militeranno in Promozione. Tra bandiere, acquisti e prestiti le prime direttive sono dunque rispettate e per quanto riguarda il blu per la Cairese non ha rappresentato sicuramente un arduo aspetto da onorare.
Il matrimonio, però, porta con sé anche molte difficoltà e problemi da affrontare e superare. L’arrivo di giocatori di qualità ha arricchito e rinforzato la rosa gialloblu, ma dato il numero delle new entry non sarà compito facile quello di mister Giribone di creare un gruppo coeso e vincente. Ad aiutare il tecnico ci penserà bomber Pietro Daddi  la cui esperienza non servirà solo a colmare il vuoto lasciato da Gabriele Sanci, ma anche a contribuire nel percorso di crescita dei numerosi giovani. «All’età di 38 anni dovrò mettere a disposizione non solo le mie capacità tecniche ma anche quelle gestionali, aiutare i giovani nella loro crescita e nel loro miglioramento e diventare un punto di riferimento nello spogliatoio. Quest’anno è importante cominciare a lavorare bene, seguire le indicazioni del mister e naturalmente fare gruppo. Queste sono le priorità che dobbiamo avere durante il periodo di preparazione, una volta iniziato il campionato con il susseguirsi delle partite dovremo fare sempre il meglio possibile».
A proporsi come guida anche un altro innesto di rilievo, il difensore Erri Praino: «Mi piace aiutare i giovani e qui ce ne sono molti. Ricordo sempre quando ero più piccolo e spesso chiedevo consiglio ai miei compagni più grandi, ho avuto infatti la fortuna di giocare in squadre dove c’erano parecchi giocatori di esperienza. Ora sono contento di assumere questo ruolo e diventare per loro un punto di riferimento. Spero di instaurare un ottimo rapporto con tutti, la coesione del gruppo dovrà essere la nostra forza per affrontare il campionato».

LE ARMI VINCENTI – «Allenamento, cattiveria e coesione. Questi sono gli ingredienti che useremo per ritornare subito in Eccellenza. Sono cairese come il mister e come alcuni miei compagni, questo ci carica a dare il meritato lustro al nostro paese e alla nostra società perché conosciamo la sua storia e vogliamo onorarla». Ecco la ricetta del portiere Luca Giribaldi che da tre stagioni indossa la maglia gialloblu. Convinzione, determinazione e tanta voglia di essere parte di un progetto vincente si leggono negli occhi dell’estremo difensore pronto a mettere mani, cuore e fiducia nel nuovo gruppo “dream of excellence”.
Come il nuovo team manager Andrea Formica sicuro della forza della squadra e desideroso di rivedere tra le stelle del calcio dilettantistico la sua amata Cairese. «La squadra è stata costruita per fare bene, la delusione dell’anno scorso è stata tanto forte quanto inaspettata, siamo stati salvi per 13 partite e retrocedere ai play out è dispiaciuto a tutti. Quest’anno bisogna fare bene e riportare subito la squadra in Eccellenza. Speriamo di aver fatto un buon lavoro quest’estate e che i giocatori diano quello che ci aspettiamo. Il gruppo è farà la differenza, i ragazzi che sono rimasti sono tutti molto amici e riusciranno a integrare facilmente anche i nuovi arrivati che daranno la qualità che negli ultimi anni è un po’ mancata essendo tutti giocatori di categoria superiore».

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *