Cairese, arriva la prima sconfitta: il vertice si ricompatta, quattro squadre in tre punti

Piange il Pallare che si ritrova solitario sul fondo; buona prova del Bragno

Spesso sono le comprimarie a fermare le grandi, caricate da motivazioni che solamente la sfida alla prima della classe può dare. È accaduto domenica a Sant’Olcese, nell’immediato entroterra genovese, dove la matricola locale è stata capace di battere la Cairese. La formazione di mister Solari ha così incassato la prima sconfitta, dopo dieci giornate di imbattibilità.

La capolista, priva degli squalificati Di Leo e Piana, parte malissimo. Già al 2° Sadiku, cercando di rimediare ad un retropassaggio avventato, atterra Da Ronch: rigore, De Fazio lo trasforma. I locali, galvanizzati, attaccano ancora. Ma, a cavallo dei due tempi, i gialloblù tornano padroni del campo. Al 36°, su un corner, Saviozzi di testa realizza il pareggio. Al 44° lo stesso numero 11 cairese colpisce la traversa. Gli ospiti partono forte anche nella ripresa; prima Firpo devia in angolo un tiro di Moretti, poi si oppone ad una conclusione ravvicinata di Alessi. Al 50° Saviozzi scocca un gran tiro dal vertice dell’area e porta avanti la Cairese. Il pari dura un paio di minuti: Nocentini, dimenticato dalla difesa, riceve un cross e lo mette in rete: 2 a 2. Rabbiosa la reazione dei valbormidesi: Alessi imbecca Di Martino che da ottima posizione spreca calciando a lato; poi Alessi calcia a botta sicura ma il portiere locale compie un altro miracolo. Ad una manciata di minuti dal termine la beffa: la Cairese si fa trovare scoperta e Da Ronch realizza il goal vittoria dei genovesi. C’è ancora tempo per una parata di Firpo, migliore in campo, su Alessi.

La Cairese viene raggiunta in vetta dall’Arenzano, fermato sul pari a Borzoli. Il quartetto di vertice si ricompatta: si rifanno sotto Campomorone Sant’Olcese e Alassio. Soprattutto quest’ultimo spaventa, trascinato dalle rete di Battaglia, che ha staccato il cairese Alessi in vetta alla classifica marcatori.

Giornataccia anche per il Pallare. I biancoblù sono stati sconfitti sul campo di casa dalla Praese, rivale nella corsa alla salvezza, e restano solitari sul fondo della classifica. I genovesi, rigenerati dalla cura del nuovo tecnico Michele Gobbi, partono forte e colpiscono a freddo con Mazzei. Poco dopo la mezz’ora raddoppiano con Ventura; il Pallare fa suo il gioco, crea occasioni ma la prima rete arriva solamente al 41° con Rovere. Nel secondo tempo, in avvio di ripresa, gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Perego. Gli sforzi dei biancoblù non danno frutti e negli ultimi dieci minuti segna ancora la squadra genovese con Fedri; immediata la replica di Berta, ma non basta ad evitare una sconfitta che pesa sul piano del morale. Anche il Pallare finisce in dieci, per il cartellino rosso a Realini.

L’unica formazione valbormidese che gioisce è il Bragno. I biancoverdi hanno sconfitto l’ambizioso Ospedaletti, scavalcandolo in classifica: ora la truppa di mister Cattardico è in sesta posizione. I postumi del derby si fanno sentire sul piano delle squalifiche: mancano Mombelloni, Tosques e Kuci, fermati dal giudice sportivo. La panchina è corta, ma chi va in campo si fa valere, eccome. La prima parata la compie Binello, che risponde a un diagonale di Cariello. Alla mezz’ora lo stesso Cariello manda a lato di un soffio. Il Bragno, dopo aver lasciato sfogare gli Orange, sblocca il risultato con Monaco, che infila in rete una punizione dal limite. L’Ospedaletti reagisce: tiro di Lamberti respinto, palla a Calabrese che colpisce il palo. Poco prima dell’intervallo Zizzini va via sulla destra, serve bene De Luca che raddoppia. Dopo la pausa i padroni di casa mostrano di non essere ancora paghi e mettono sotto l’esperta compagine imperiese. De Luca scende sulla sinistra, crossa e Torra si fa trovare pronto all’appuntamento con il goal. Cervetto sfiora il poker, ma il suo tocco al volo è respinto sulla linea. Comprensibilmente, i biancoverdi tirano i remi in barca e Lamberti ne approfitta, insaccando di testa su assist di Muccio. Infine, si annota ancora un palo: lo colpisce Torra, legittimando il successo del Bragno.

Nel prossimo turno andrà in scena il terzo ed ultimo derby valbormidese dell’andata: il testacoda tra Cairese e Pallare. Il Bragno sarà ospite del pericolante Ceriale.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *