Bormida e Pallare passano al “porta a porta”

Nei comuni di Pallare e Bormida lunedì scorso è iniziata la raccolta differenziata con il servizio “porta a porta”. La ditta vincitrice dell’appalto è l’Ideal Service, che già si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in molti comuni. La raccolta differenziata prevede la suddivisione della spazzatura in cinque bidoni: il secco residuo, l’umido, la plastica, carta e cartone e vetro e lattine. A Pallare la raccolta non è iniziata nel migliore dei modi perchè, piega il sindaco Giovanni Delfino: « Molte persone si sono fatte prendere dal panico per la novità e hanno buttato via in malo modo qualunque cosa. Infatti la ditta ha dovuto togliere i “vecchi” bidoni prima del necessario, ma ha comunque garantito il ritiro della spazzatura fino a lunedì». Nonostante sia appena iniziata si nota già un miglioramento. Il servizio “porta a porta” prevede la raccolta dei bidoncini in prossimità della strada pubblica, inoltre hanno tutti un codice a barre, perciò sono tutti identificabili. Per quanto riguarda il vetro la raccolta “porta a porta” inizierà a gennaio, perché il comune ha un accordo con la ditta che smaltisce il vetro e fino ad allora ci saranno le campane. «Sono rimasto un po’ deluso dal panico di partenza. Ma sono altrettanto sicuro che i pallaresi saranno dei bravi utenti» conclude il sindaco. I comuni di Pallare e Bormida hanno fatto l’appalto per la raccolta differenziata insieme, avrà una durata quinquennale e il costo complessivo è di 445 mila euro: 120 mila euro per Bormida e i restanti 325 mila euro per Pallare. Anche a Bormida la raccolta “porta a porta” sta andando molto bene: «La gente ha risposto positivamente» commenta il sindaco Daniele Galliano: «Vedendo com’è stata la partenza sono sicuro che il risparmio sarà notevole». La raccolta funziona esattamente come a Pallare. Per sensibilizzare i cittadini sono state fatte due assemblee, perché gli abitanti bormidesi sono pochi, ma stanno utilizzando tantissimo il servizio del numero verde. Anche a Bormida il vetro si raccoglie ancora nelle campane, perché hanno un contratto con l’Ecolvetro che scade a dicembre e dall’anno nuovo inizierà la raccolta “porta a Porta” anche del vetro. «Il paese è più bello senza i bidoni» conclude il sindaco.

Articoli correlati

Un Commento

Lascia un Commento
  1. Claudio Gianni Vicentini
    Ago 02, 2017 - 12:08 PM

    Abbiamo la casa a Biestro in via Bricco n14 ma simo residenti a Vigevano come facciamo noi a ritirare i bidoni della raccolta differenziata se non ci siamo tutto l’anno ce li possono recapitare tramite un altro proprietario vicini di casa?

    Rispondi

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *