Bisogna tenere i piedi per terra

Non siamo “periti di politica estera” certamente. Ma non compendiamo la piega che ha preso il problema della Libia. Non mettiamo in dubbio che il nuovo capo di Governo , dotato del beneplacido dell’ONU, sia una persona capace e valida. Ma lo è per il grande consesso internazionale ed anche, ci pare, per le nazioni europee. Lo sarà per i libici? Il grande caos che ha invaso la Liba dopo la cacciata e la uccisione di Gheddafi pare resti ben radicato. Essendo quella nazione formata da una serie di tribù , l’un contro l’altra armate. In più a dar man forte alle astiose contrapposizioni si è inserito anche l’Isis o frotte di fondamentalisti islamisti, miranti solamente alle stragi senza alcuna attenzione per nessuno. Certamente sarebbe bene se questo nuovo –presidente riuscisse a governare una grande nazione, risolvendo, via via, tutti i suoi enormi problemi sociali, economici, strutturali. Ma il Governo deve essere radicato nella realtà di quei popoli. Non può reggersi con aiuti esterni, che sarebbero null’altro che una forma di neo-colonialismo criticabile. Questa o quella nazione non devono andare a difendere i proprii intessi libici. Di errori commessi da molte potenze occidentali ce ne sono stati infiniti. Anche noi abbiamo fatto cose invereconde nel periodo coloniale. Anche se abbiamo sempre nascosto le nostre malefatte, tacendo sulle stragi, sulle segregazioni in prigioni disumane. Non possiamo chiudere gli occhi e negare che la diversità di concezioni, anche e specialmente nell’ambito della guida statale , tra noi e gli arabi sia abissale. Gheddafi per noi era un tiranno, ma riusciva a trattenere i sudditi da scatenare faide spaventose. Non possiamo imporre le nostre concezioni, in altri contesti. Speriamo , comunque, che si riesca a pacificare le molte aree di guerra e di distruzione. Si potrebbe in tal modo anche risolvere i gravi sconvolgimenti dovuti alle migrazioni senza fine.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *