Bergolo trionfa al concorso “Comuni Fioriti”

Il Comune di Bergolo, nonostante un’annata di siccità, ha fatto il possibile per mantenere il proprio borgo pulito e fiorito, cercando di offrire una visione di sobrietà ed eleganza, con fiori e piante dislocati in angoli suggestivi . Moltissimi turisti sono saliti in questo borgo per visitarlo ma anche per viverlo, da un primo rilievo sono arrivati oltre 10.000 visitatori : una stagione intensa chiusasi con la riconferma dei 4 fiori al concorso Comuni fioriti. Commenta il sindaco Mario Marone: “Il paese ringrazia quanti hanno aderito a questo progetto di bellezza e cura dei fiori. Concittadini che dimostrano sensibilità d’animo e attaccamento alle proprie origini. Ecco gli altri Quattro fiori rossi – massimo riconoscimento andato ai Comuni di: Cervia (Emilia Romagna), Grado (Friuli Venezia Giulia), Alba, Alto, Avigliana, Cabella Ligure, Cella Monte, Cesana Torinese, Crissolo, Ingria, Neviglie, Pomaretto, Sestriere, Sordevolo, Stresa, Usseaux, Varallo Sesia (Piemonte), Sinagra, Terme Vigliatore (Sicilia), Arco, Faedo, Merano, Molveno (Trentino Alto Adige), Spello (Umbria), Brusson, Gressoney La Trinité, Gressoney St.Jean, La Magdeleine, La Thuile, Lillianes, Pré Saint Didier (Val d’Aosta), Sappada (Veneto). “Dal convegno di sabato – commentano Renzo Marconi, Sergio Ferraro, Franco Colombano e tutto il direttivo di Asproflor – alla premiazione dei Comuni di domenica, passando per l’elezione della Miss, abbiamo vissuto a Spello due giorni straordinari. I protagonisti sono sempre stati i Comuni che hanno scelto di aderire alla rete, di lavorare intensamente, di migliorarsi, di investire per rendere più belli i loro centri e le loro periferie, a vantaggio di chi vive e di chi visita paesi e città. Comuni fioriti cresce e nel 2018 la premiazione nazionale si terrà nuovamente a Bologna, all’interno dell’Eima. Il nostro lavoro,
il nostro impegno fatto di volontariato di decine di persone e tanta passione, con tutti i Comuni che vorranno unirsi, è già ripartito”.

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *