Atti vandalici in Via Roma: si chiede più sicurezza

Arrivano le feste e, nel centro storico di Cairo, sono numerosi i residenti che vedono peggiorare la situazione nelle vie vicine ai principali locali di Via Roma. L’ultimo episodio riguarda un portone, rotto in seguito al calcio di un ragazzo che stava litigando con la fidanzata: totale danni 1000 euro. Racconta F.T., protagonista passiva dell’episodio: «Ho sentito un colpo provenire dal piano di sotto della mia abitazione e, affacciandomi dalla finestra, ho visto la porta e ho visto il responsabile insieme a un gruppo di amici. Avendolo identificato sono riuscita, grazie all’aiuto dei Carabinieri, a risalire a lui e, così, anche senza sporgere denuncia, il padre del ragazzo mi ha assicurata che verrò risarcita. Pover’uomo, era mortificato per il comportamento del figlio». L’episodio si aggiunge, secondo i residenti, agli altri che si sommano durante l’anno, dovuti spesso a ubriachezza molesta. «Io non sono contro la Movida, sono nata a Cairo, amo Cairo e vederla viva è per me un grande piacere. Tuttavia il divertimento non può prescindere dalla sicurezza. Non chiediamo coprifuoco o chiusure anticipate dei locali, semplicemente un paio di telecamere da piazzare nei punti nevralgici del paese ossia dove passano i ragazzi che escono dai locali. Riguardo all’episodio dell’altra sera, se non fossi scesa e avessi visto il responsabile, i 1000 euro della porta avrei dovuto pagarli io e si sarebbero andati a sommare al mutuo che già sto pagando per la casa. Infatti nessuna telecamera, nonostante le mie reiterate richieste è mai stata piazzata». E proprio le telecamere hanno suscitato in questi anni non poche polemiche: ci sono? E se ci sono funzionano? Risponde il sindaco Paolo Lambertini: «Come già annunciato sarà predisposto un bando per identificare una ditta a cui affidare la modernizzazione dell’impianto di sorveglianza composto, a oggi, di strumenti ottici da interno e non da esterno come dovrebbe essere e, dunque, obsoleto. In più, in ascolto alle lamentele che abbiamo ricevuto, integreremo il sistema con nuove telecamere che potranno monitorare zone sensibili del centro storico. Anche se non potranno risolvere tutti i problemi, sicuramente aiuteranno nella ricerca dei responsabili dei danni e agiranno anche da deterrente».

Articoli correlati

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *